USD Albinia

La Coppa Toscana ed il Campionato Regionale

La Coppa Toscana, essendo la manifestazione di fine stagione che fa scontrare tra loro le vincenti dei singoli campionati provinciali per determinare la più forte, ha esercitato sempre un certo fascino in chi partecipa, poiché, pur non rivestendo l'importanza del torneo regionale, da' la possibilità di incontrare formazioni che sarebbe difficile avere sul proprio cammino altrimenti. E l'Albinia, forte delle sue numerose vittorie, ha avuto diverse possibilità per mettersi a confronto con realtà fuori provincia. Il palmares che la Società rossoblù può vantare è di tutto riguardo e spazia su tutte le categorie giovanili: due vittorie (Juniores, Giovanissimi) e due secondi posti (Giovanissimi ed Allievi).

Il racconto parte dal primo alloro nella stagione 1975/1976, quando in un'epica finale a Chianciano Terme l'Albinia rimandò sconfitto il Piombino con il classico punteggio all'inglese, due a zero. I racconti parlano di un incontro veramente tirato, anche dal punto di vista agonistico, ma nel quale il maggior tasso tecnico dei rossoblù unito ad una volontà veramente ferrea prevalse sull'altrettanto valida formazione neroazzurra. Nota a margine, ma significativa, la partecipazione nelle fila dell'Albinia di un giovane, rispetto all'età dei suoi compagni, Luciano Fusini che già in una categoria notoriamente difficile come la juniores, già dava prova delle sue doti che di lì a poco lo porteranno a giocare nella massima serie.

Per ritrovare l'Albinia in finale bisogna aspettare undici anni; nella stagione sportiva 1986/1987 la squadra Giovanissimi allenata da Antonio D'Arrigo si presenta a Chianciano Terme contro lo Scandicci. Dopo aver vinto a mani basse il campionato provinciale pareggiando un' unica partita e vincendo tutte le altre, con più di cento gol all'attivo e una decina subiti, approda alla manifestazione un gruppo di calciatori che può esser definito a buon ragione il più forte che a livello giovanile l'Albinia abbia mai vantato; nel suo carniere tutti i campionati, dagli esordienti fino alla juniores, per poi passare nelle varie prime squadre, anche in quella rossoblù trionfante nel campionato di Prima Categoria nel 1999 nella cui rosa un buon numero di calciatori ne costituiva la rosa. Il cammino inizia avendo come avversario il Casciana Terme, liquidato come il successivo, il Vicarello; la finale è contro la corazzata Scandicci. Partita anche qui tirata, non troppo bella, come un qualsiasi incontro che mette in palio qualcosa d'importante talvolta diviene; neanche i supplementari riescono a rompere l'equilibrio e si perviene ai rigori che non sono fortunati per l'Albinia che ritorna in Maremma con la sola e magra consolazione dell'imbattibilità stagionale.

Ma come si sa la fortuna è una ruota e nella stagione 1999/2000 girerà nella direzione giusta. Anche qui in campionato prova superba dei Giovanissimi rossoblù , nella cui formazione spiccano i gemelli Luca ed Andrea Negrini che, allenati da Luciano Fusini, finalizzano in quantità ma anche in qualità quanto i loro compagni dalla cintola in giù riescono con bravura a togliere agli avversari. Qualificazione facile con il Fossone di Massa, a cui si contrappone una gara di ritorno drammatica, anche per le condizioni ambientali, a Gello, nel pisano, nella quale un gol a tempo scaduto nei supplementari regala la terza finale all'Albinia. Scenario questa volta è Agliana, conttro i padroni di casa del Pieve a Nievole, formazione pistoiese. Gara piena di emozioni ed intensamente vissuta da ambo le parti e le tifoserie; supplementari che finiscono due a due e soluzione ai rigori; questa volta un superbo Jacopo Curti riesce a neutralizzare le conclusioni degli avversari, vendicando “sportivamente” i propri compagni di undici anni prima. Anche questo gruppo potrà ventare molti dei suoi elementi nelle varie squadre maggiori, primi fra tutti i “gemelli del gol” che saranno determinanti per la vittoria del secondo campionato di Prima Categoria.

Articolo vittoria coppa toscana giovanissimi

Articolo celebrativo della vittoria nella Coppa Toscana Giovanissimi (da "IL TIRRENO")

Nella stagione 2002/2003 altra finale per le giovanili rossoblù, questa volta sono gli Allievi di Francesco Cangi a competere per il primato, un gruppo che sicuramente ha vinto poco ripetto a quello che ha saputo esprimere negli anni. Dopo una strameritata vittoria del campionato provinciale, in Coppa arriva il primo avversario, il Sorgenti Labrone che dopo una splendida rimonta per recuperare il passivo accumulato nella gara di andata, viene eliminato. Nel turno successivo la blasonata Massese: dopo il pareggio dell'andata, anche qui drammatica gara di ritorno risolta favorevolmente per i rossoblù ai calci di rigore e finale contro il Valdera al Santa Lucia di Venturina. Purtroppo per i ragazzi di Cangi l'avversario si dimostra veramente forte come alla vigilia si supponeva, ma la soddisfazione di un'ottima annata comunque resta.

In conclusione un cenno deve essere fatto all'unica esperienza in un campionato regionale che la storia dell'Albinia abbia annoverato. Purtroppo sia la posizione, decentrata rispetto alla gran parte delle formazioni avversarie e le difficoltà di trovare gente disposta a sobbarcarsi trasferte che nemmeno le prime squadre hanno dovuto mai fare, hanno negato a squadre che sicuramente avrebbero meritato di partecipare ad un campionato regionale, essendo anche tecnicamente preparate. Nella stagione sportiva 2001/2002 queste difficoltà sono superate grazie anche all'impegno assunto da dirigenti e genitori dei ragazzi ed al gruppo di calciatori reduce dalla vittoria in Coppa due anni prima. Il campionato, già dalle prime giornate si delinea come favorevole all'Albinia, che riesce subito ad ingranare bene. Al Combi scendono formazioni che sembrano di un altro pianeta, come Pontedera, Fucecchio, Cecina, realtà e bacini che non sono neanche confrontabili con quello rossoblù. Ma i ragazzi di Fortunato Castriconi si comportano al meglio, piazzandosi ad un notevole 6° posto, che sarebbe potuto essere migliorato se qualche squalifica di troppo dovuta all'inesperienza non avesse penalizzato in qualche frangente la squadra.

FOTO ALBUM

Le fotografie nel nostro archivio
Coppa Toscana 1975-1976 1986-1987 1999-2000 2002-2003
Allievi Regionali 2001-2002