USD Albinia

Gli esordi e gli anni '70

L'esigenza di avere un settore giovanile fece presto breccia nei Dirigenti dell'Albinia; la nascita vera e propria la si può far risalire alla fine degli anni '60, quando il paese era in pieno sviluppo, sia economico che dal punto di vista della popolazione. La Dirigenza di allora, vista la presenza di un buon numero di ragazzi appassionati del pallone e nella prospettiva, ma anche nella necessità, di fornire alla prima squadra un serbatoio di giocatori, nonché eventualmente cedere quelli più validi a squadre di categoria superiore al fine di ricavarne finanziamenti per il mantenimento della Società, ligi all'obiettivo morale comunque di educare allo sport, allestì nella stagione sportiva 1969/1970 una formazione juniores che partecipò al campionato provinciale di categoria; di tale squadra, in assoluto la prima del settore giovanile rossoblù, facevano parte i seguenti calciatori: Amorevoli Claudio, Gonnelli, Guidoni, Olivieri, Ciccioni, Amadori, Fioravanti, Checcacci, Novelli, Amorevoli Loris e Coppola con allenatore Gino Caldini. La squadra non ottenne, sia per inesperienza della Società che degli stessi giocatori, grandi risultati, ma quello che contava davvero era iniziare e pagare l'inevitabile scotto della matricola.

Ma se un lavoro è fatto bene, sia con passione che con competenza, i suoi frutti prima o poi verranno raccolti e per l'Albinia il digiuno durò poco tempo; nella “magica” stagione 1975/1976, quella del trionfo in Seconda Categoria con la promozione in Prima, la squadra juniores consegna alla Società rossoblù il primo alloro giovanile, conquistando il campionato provinciale con 35 punti, frutto di 16 vittorie, 3 pareggi ed una sconfitta, 73 gol fatti e 14 subiti. Ecco la rosa: Calchetti, Novelli, Picchianti, Acquaroli, Angelini, Scotto, Amadori, Costaglione, Coli, Chiello, Mecarozzi, Stoppa, Venturini con allenatore Savelli. Naturalmente questa è stata la squadra anche della conquista della Coppa Toscana di categoria, pietra miliare delle vittorie rossoblù, di cui racconteremo nella sezione dedicata esclusivamente a questa manifestazione.

Con il passare delle stagioni sportive altre categorie giovanili si aggiungono al vivaio dell'Albinia, facendo incrementare notevolmente il numero di tesserati; vi è anche un embrione di quella che sarà successivamente la Scuola Calcio, quando nella stagione 1978/1979 viene allestita una squadra pulcini che allora, diversamente da quanto accade oggi, giocava ad 11 su campo e porte normali. Ed è con questa ossatura che nella stagione sportiva successiva, 1979/1980, la Società rossoblù riporta un'altra notevole vittoria, conseguendo il massimo alloro nel campionato provinciale della categoria Esordienti; in questo caso viene sconfitto l'Alberese per 2 a 0 in quello che era lo Stadio Olimpico di Grosseto, adesso intitolato a Carlo Zecchini, campo che ha sempre emanato fascino e timore, essendo ancora oggi la massima espressione dell'impiantistica calcistica provinciale. Anche di questi piccoli campioni la rosa: Salvati, Ciaramella, Vistoli, Corazzi, Vaselli, Angeloni, Francia, Ciarulli, Boni, Conti, Varrenti, Bernabini, Marchioretti, Milini, Duranti, Cacciò, Sereni con allenatore Angelini.

Con questo splendido risultato si chiude il decennio, prodromo di ulteriori e rilevanti conquiste negli anni successivi.

FOTO ALBUM

Le fotografie nel nostro archivio
Juniores 1970-1971 1971-1972 1975-1976
Allievi 1974-1975 1976-1977  
Giovanissimi 1972-1973 1973-1974 1979-1980
Pulcini 1978-1979